Home » ECONOMIA E SOCIALE » Bussoleno, sinistra e destra per un mondo “Senzatomica”
ADESIONI DA TUTTE LE AREE POLITICHE

Bussoleno, sinistra e destra per un mondo “Senzatomica”

di ilTorinese pubblicato lunedì 20 ottobre 2014

Curiose alleanze: la campagna pacifista, nata nel 2011, è stata “importata” in Piemonte da Fabio Toma, consigliere di Parella del Movimento Fascismo e Libertà

IARETTI

 

Sino al prossimo 26 ottobre a Bussoleno sarà possibile visitare al Liceo Norberto Rosa, in piazza Cavalieri di Vittorio Veneto 5, una mostra  multimediale il cui titolo potrà sembrare un’utopia. “Bussoleno. Senzatomica – Trasformare lo spirito umano per un mondo libero da armi nucleari”.  La mostra è ad ingresso libero ed è aperta tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 14 e dalle 16 alle 18,mentre sabato e domenica osserva orario continuato dalle 10 alle 17.

 

L’evento rientra nel corso della campagna, lanciata nel 2011 e promossa dall’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai, in collaborazione con  molte organizzazioni internazionali e la Comunità di Sant’Egidio. L’obiettivo è  l’ adempimento degli obblighi del Trattato di Non Proliferazione da parte degli stati nucleari e l’approvazione da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite di una Convenzione sulle armi nucleari. La campagna ha avuto l’adesione di diversi enti locali in tutta Italia. In Piemonte il primo è stato Parella, in Provincia di Torino, su proposta del capogruppo del Movimento Fascismo e Libertà, Fabio Toma (che, per inciso, al di là delle idee politiche è buddista e vegano) dove ha raccolto l’adesione unanime di tutti i gruppi di maggioranza e minoranza.

 

Ed è stata un’adesione talmente convinta quella del Movimento Progetto Piemonte che si è fatto portatore della stessa proposta di ordine del giorno che è stato approvato, all’unanimità in entrambi i casi, prima a Villamiroglio in provincia di Alessandria, poi a Casorzo, in provincia di Asti.

 

Massimo Iaretti