Home » ECONOMIA E SOCIALE » Bollette luce e gas, che cosa occorre sapere
DALLA PARTE DEI CONSUMATORI

Bollette luce e gas, che cosa occorre sapere

di ilTorinese pubblicato martedì 3 ottobre 2017

Di Patrizia Polliotto*

Ecco alcune novità introdotte nel 2017 in merito alla fatturazione chiarendo le modalità di emissioni delle bollette miste, ovvero quelle composte da una lettura stimata e una reale e introducendo una novità davvero inaspettata. Non sono più concessi ritardi: i fornitori devono inviare in tempi brevi le bollette. Se non verranno rispettati, saranno soggetti a una sanzione che può arrivare anche ai 35,00 euro. Nello specifico in caso di chiusura di contratto la spedizione dell’ultima fattura dovrà essere emessa entro otto giorni lavorativi in caso di cartacea, di due giorni invece per modalità di ricezione virtuale online con mail. Un punto chiave fondamentale legato ai cambiamenti che avverranno a partire dal prossimo gennaio vedrà i fornitori di luce e gas obbligati ad effettuare la rateizzazione nei casi in cui la bolletta sia stata emessa con errori di calcolo o importi imprecisi. Un secondo obbligo prevede un’emissione delle fatture più frequente, nello specifico bimensile per i piccoli consumatori mentre mensile per i grandi, con una lettura obbligatoria una volta ogni quattro mesi e non un conguaglio unico una volta all’anno.

*Avvocato, Fondatore e Presidente del Comitato Regionale del Piemonte dell’Unione Nazionale Consumatori

UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI
COMITATO REGIONALE DEL PIEMONTE
TEL. 011 5611800, Via Roma 366 – Torino
EMAIL: UNC.CONSUMATORITORINO@GMAIL.COM