Home » prima pagina » Bilancio regionale, Chiamparino paga i debiti e non aumenta le tasse
IL PROVVEDIMENTO APPROVATO IN CONSIGLIO ERA STATO DECISO DA GILBERTO PICHETTO NELLA PRECEDENTE GIUNTA COTA

Bilancio regionale, Chiamparino paga i debiti e non aumenta le tasse

di ilTorinese pubblicato martedì 29 luglio 2014

chiamp consigliopichettoUn dato importante è l’introduzione dell’obbligo del pagamento a 60 giorni dei debiti scaduti. Non hanno partecipato al voto i grillini di M5S

 

L’aveva annunciato in campagna elettorale e l’ha ribadito oggi. Il governatore del Piemonte ha dichiarato che “l’azione di questo esecutivo sarà sempre tesa a non aumentare le tasse e a ridurre le spese per reperire risorse per rilancio l’economia”.

 

Sergio Chiamparino ha rimarcato questa mission della Regione prima dell’approvazione  della variazione al bilancio di previsione 2014 e pluriennale per gli anni 2014-2016, che permetterà alle casse regionali di saldare i debiti arretrati  della Pubblica Amministrazione.

 

Un dato importante è l’introduzione dell’obbligo del pagamento a 60 giorni dei debiti scaduti, un aspetto certo non di poco conto. Non hanno partecipato al voto i grillini di M5S riconoscendo comunque – bontà loro – che è un bene non aumentare le tasse.

 

Secondo i pentastellati l’iter di approvazione è stato troppo celere. Si sarebbe dovuto perdere altro tempo in discussioni?

 

Le disposizioni approvate erano già previste dalla programmazione della giunta di Roberto Cota, a firma dell’allora assessore e attuale coordinatore/capogruppo di Forza italia, Gilberto Pichetto (nella seconda foto) come ha riconosciuto lo stesso Superchiampa. Noblesse oblige.