Home » ECONOMIA E SOCIALE » Aziende piemontesi: esame congiunto della cassa integrazione
IL PROSSIMO 11 LUGLIO

Aziende piemontesi: esame congiunto della cassa integrazione

di ilTorinese pubblicato giovedì 28 giugno 2018

Si svolgerà l’11 luglio prossimo presso gli uffici dell’assessorato regionale al Lavoro la riunione per l’esame congiunto della cassa integrazione per riorganizzazione aziendale per i 417 lavoratori della Ventures Srl, l’azienda che dal 16 luglio subentrerà all’Embraco di Riva di Chieri assorbendone il personale. Lo ha comunicato in terza Commissione l’assessora al Lavoro Gianna Pentenero che ha spiegato: “l’incontro in Regione permetterà di dare attuazione all’accordo raggiunto ieri da azienda e sindacati, consentendo il riassorbimento, secondo le tempistiche previste dall’intesa, di tutti i lavoratori Embraco. Non posso che esprimere soddisfazione per l’esito della trattativa, frutto della mobilitazione dei sindacati e della determinazione dell’ex ministro Calenda, che insieme al presidente Chiamparino e ai sindaci del territorio, ha permesso di trovare una soluzione in grado di dare un nuovo futuro industriale allo stabilimento di Riva di Chieri e salvaguardare i posti di lavoro”.

Altro aggiornamento richiesto dalla Commissione quello sulla vicenda Italiaonline, rispetto alla quale c’è grande attesa per l’incontro in programma domani, 28 giugno, al Mise, in vista del quale l’azienda si è impegnata a presentare un documento che affronti e verifichi la possibilità di applicazione dei singoli punti della piattaforma sindacale. La speranza, a quanto riferito dall’assessora Pentenero, è che l’azienda faccia chiarezza e, soprattutto, manifesti un atteggiamento maggiormente responsabile rispetto alle conseguenze che le proprie decisioni hanno sul tessuto produttivo e occupazionale piemontese. Ultimo punto all’ordine del giorno gli operai dello stabilimento Faco di Cameri (No), gestito da Leonardo, ex Finmeccanica, in cui si assemblano gli F-35 destinati a Italia e Olanda. Nel corso dell’ultimo incontro di aprile, le parti hanno convenuto che la stabilizzazione di 223 dei circa 600 lavoratori precari, sui 900 totali, dovrà avvenire nel corso del 2018, in 4 step di assunzioni: al momento Leonardo ha proceduto all’assunzione di 80 lavoratori con decorrenza 1°giugno, 50 saranno assunti con decorrenza 1°luglio, mentre è previsto un nuovo incontro per formalizzare gli ultimi passaggi con  la definizione del numero di assunzioni previste per agosto e settembre. A fronte di un incremento dei volumi produttivi nel corso del 2019 potranno essere attuate ulteriori stabilizzazioni. “Nonostante la fine della procedura sia imminente, auspichiamo che la trattativa Italiaonline possa avere risvolti positivi –  ha commentato al termine della Commissione il presidente Raffaele Gallo –  Confidiamo nel fatto che domani, al tavolo ministeriale, l’azienda arrivi con una  proposta di revisione del piano aziendale condivisibile. Esprimo poi grande soddisfazione per la chiusura della vicenda Embraco, vicenda che ha richiesto mesi di lavoro e di trattative da parte del Piemonte, il cui buon esito è certamente anche merito del precedente governo. Per quel che riguarda la Faco, sono certo che, cosi come annunciato dai vertici aziendali, tutti i percorsi di stabilizzazione saranno portati a termine entro i tempi concordati”.

 

SDP – www.cr.piemonte.it

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE