Home » vetrina4 » “ATA INCONTRA E RACCONTA” LE TERRE ALTE
"Le radici del sapore- L’identità alimentare delle Valli di Lanzo"

“ATA INCONTRA E RACCONTA” LE TERRE ALTE

di ilTorinese pubblicato domenica 5 febbraio 2017

MONTAGNEAccanto alle attività consolidate dell’ATA, Associazione Tutela Ambiente di Ciriè, come i corsi, gli incontri a tema naturalistico, le passeggiate per far conoscere il territorio, l’Associazione Tutela Ambiente propone a partire da quest’anno un ciclo di conferenze dal titolo “ATA INCONTRA E RACCONTA”. Con queste conferenze di taglio divulgat ivo, l’associazione vuole offrire agli interessati la possibilità di “incontrare” esperti che racconteranno la loro esperienza professionale o amatoriale in diversi ambiti, tutt i comunque riconducibili alla sfera ambientale. Il primo ciclo, composto da cinque incontri, ha come tema le “terre alte”, la montagna, in particolare la montagna vicina, prendendo spunto dall’approvazione da parte del Comune di Balme della delibera in cui si rigetta l’ut ilizzo dei mezzi a motore a scopo ludico in montagna. E dunque è da Balme che si parte, con Gianni Castagneri che VENERDÌ 17 FEBBRAIO, presentando il libro “Le radici del sapore- L’identità alimentare delle Valli di Lanzo”, racconterà la sua esperienza di abitante e amministratore di un comune di montagna legandola in questo caso alla riscoperta dei sapori: il cibo, visto con un approccio storico non disgiunto però dalle possibili implicazioni odierne e future. Seguirà VENERDÌ 17 MARZO l’incontro con Mauro Salot, presidente dell’Associazione Sentieri Alta Val Malone, che racconterà la straordinaria iniziativa di recupero dei sentieri della Valle di Corio, dove nasce appunto il Torrente Malone. Un progetto di futuro sostenibile dell’economia della montagna, semplice ma innovativo, le vie di un tempo per il cammino di oggi. Ancora di sentieri alpini, anzi di angoli alpini, racconta Pier Luigi Mussa nell’incontro di VENERDÌ 7 APRILE. Ancora una “fatica” editoriale: “Valli di Lanzo nascoste”. Nascoste, ma non per l’Autore: fotografo, scrittore, appassionato di meteorologia, ma soprattutto moderno esploratore di luoghi vicini e dimenticati. Si cambia argomento VENERDÌ 12 MAGGIO nell’incontro con Pier Giorgio Terzuolo, responsabile Area Tecnica Ambiente di IPLA. Il tema, di grande interesse ma alquanto delicato, è la gestione forestale, la gest ione del patrimonio boschivo, in difficile equilibrio tra conservazione e sfruttamento. I boschi: una risorsa naturale, paesaggistica, energetica e altro ancora. Tanti ut ilizzi e la difficoltà di farli convivere. VENERDÌ 16 GIUGNO si chiude questo primo ciclo di conferenze con l’incontro con il primo e più importante parco italiano: il Parco nazionale Gran Paradiso. Quasi un secolo di natura alpina protetta: la raccontano la biologa Ramona Viterbi e la guardiaparco Raffaella Miravalle. Un incontro importante, degna chiusura, in attesa della riapertura autunnale.

***

Per informazioni: Toni Farina 335. 7035304 – ciriunda@tiscali.it