Home » CULTURA E SPETTACOLI » Arriva Moving Tff
VII EDIZIONE / 2 - 30 OTTOBRE

Arriva Moving Tff

di ilTorinese pubblicato lunedì 1 ottobre 2018

La settima edizione di Moving TFF sta arrivando! Dal 2 al 30 ottobre 16 proiezioni a Torino, Biella, Pinerolo, Novara, Saluzzo

Moving TFF propone, per il settimo anno consecutivo, un mese di iniziative “in movimento” per la città, legate al multiforme universo del cinema e intente a valorizzare la storia del Torino Film Festival. La manifestazione è ideata da Altera Centro di Cooperazione Culturale, coordinata da Altera e realizzata in collaborazione con UCCA (Unione Circoli Cinematografici Arci), Arci PiemonteMuseo Nazionale del Cinema Torino Film Festival. L’ingresso alle proiezioni è sempre gratuito. Tesseramento gratuito e contestuale presso la Bibliomediateca Mario Gromo. Nei circoli Arci è richiesta la tessera associativa.

MOVING TFF – IL TORINO FILM FESTIVAL IN GIRO PER LA CITTA’ (e non solo)

Quest’anno la rassegna conferma il cuore piemontese: nel weekend centrale del mese di ottobre saremo in tour con 4 proiezioni a Biella, Pinerolo, Saluzzo e Novara, alla scoperta di nuovi territori (Circolo XXV aprile di Novara), partecipando all’apertura di altri (il Teatro civico Magda Olivero di Saluzzo con la nuova gestione di Ratatoj) e tornando da partner ormai consolidati (lo Stranamore a Pinerolo, il circolo Hydro di Biella). Ma è su Torino che la rassegna resta radicata, com’è normale che sia: in città toccheremo cinque diversi quartieri con 12 proiezioni e la collaborazione di sette partner locali, a cui si aggiungono le due reti nazionali a cui aderiamo – UCCA e ARCI. La programmazione come ogni anno è molto varia, spaziando dal film partecipato Oggi insieme domani anche di Antonietta De Lillo all’esordio di Andrea De Sica I figli della notte, passando per Sangue do meu sangue di João Canijo, titolo non distribuito in Italia e appositamente sottotitolato per noi dall’associazione italo-portoghese Tu-Cá-Tu-Lá – imperdibile! Così, il progetto e i film raggiungeranno pubblici ancora diversi, incrementando la vocazione di diffusione culturale sul territorio che è la mission di Moving TFF. Le proiezioni si terranno, quindi, in tanti luoghi diversi di Torino e del Piemonte – biblioteche, circoli, teatri, spazi associativi fino ad arrivare alla Casa Valdese che ci ospita per il primo anno – per dare vita ad una edizione ancora più partecipata e ricca del Moving TFF, con l’intenzione di coinvolgere sempre più il territorio e accompagnare il pubblico fino all’appuntamento con il 36° TFF.

IL PROGRAMMA

Martedì 2/10

ASCENSORE PER IL PATIBOLO

Di Louis Malle, Francia 1957, durata 89’, proiettato al 2° Festival Internazionale Cinema Giovani 1984.

Una giovane donna supplica Julien, il suo amante, di uccidere suo marito. L’assassinio è sul punto di riuscire quando Julien resta bloccato nell’ascensore. Parallelamente un giovane teppista e la sua amichetta, rubata la macchina di Julien, dormono in un albergo lungo l’autostrada e uccidono una coppia di turisti tedeschi. Quando Julien esce dall’ascensore viene ingiustamente accusato di questo crimine. La giovane donna lo discolpa, ma la polizia trova delle foto compromettenti.

BIBLIOMEDIATECA MARIO GROMO – VIA MATILDE SERAO, 8/A – ore 15.30

Venerdì 5/10

APERIMOVING 2018 – APERITIVO DI INAUGURAZIONE DELLA VII EDIZIONE DEL MOVING TFF

CASARCOBALENO – VIA BERNARDINO LANINO, 3° – ore 19.30

OGGI INSIEME DOMANI ANCHE

Di Antonietta De Lillo, Italia 2015, durata 88’, proiettato al 33° TFF.

Un insieme di interviste, incontri, opinioni e sguardi compongono un documento strettamente aderente alla realtà contemporanea, un ritratto dell’amore oggi, a quarant’anni dal referendum sul divorzio. Persone incontrate per strada, intellettuali, ragazzi, adulti e anziani esprimono il loro sguardo lasciando trasparire quanto il tessuto politico-sociale sia intimamente legato ai mutamenti sulla percezione e sul senso primo dell’amarsi e dello stare insieme, tra incanto e disincanto.

CASARCOBALENO – VIA BERNARDINO LANINO, 3° – ore 21.30 (In collaborazione con Arcigay Torino)

Martedì 9/10

SADISMO

Di Donald Cammell – Nicolas Roeg, Gran Bretagna 1970, durata 105’, proiettato al 9° Festival Internazionale Cinema Giovani 1991.

Chas Devlin lavora al servizio di un racket guidato da Harry Flowers. Sapendo che Chas ha un risentimento personale contro Joey Maddocks, che ha un negozio di scommesse, Flowers gli ordina di tenersi fuori dalla trattativa con cui l’organizzazione sta tentando di affiliare Maddocks. Ma Chas disobbedisce e Maddocks distrugge il suo appartamento e lo picchia. In fuga Chas sente un musicista nominare un indirizzo. Impulsivamente vi si dirige fingendosi un saltimbanco amico del musicista incontrato.

BIBLIOMEDIATECA MARIO GROMO – VIA MATILDE SERAO, 8/A – ore 15.30

Venerdì 12/10

THE BANG BANG CLUB

Di Steven Silver, Sud Africa – Canada 2010, durata 113’, proiettato al 28° TFF.

Sudafrica, 1994. Nelson Mandela è appena stato liberato e la situazione è critica: la tensione è salita molto negli ultimi mesi di apartheid e le varie fazioni tribali si sono dichiarate guerra ingaggiando violenti scontri armati. In mezzo a tutto ciò si muove il Bang Bang Club, un gruppo di quattro giovani fotoreporter bianchi decisi a testimoniare quegli eventi. Con l’aiuto della loro photo editor Robin, riusciranno ad attirare l’attenzione internazionale sulla terribile carneficina in atto.

ASSOCIAZIONE ARTEMUDA – VIA DRUSACCO, 6 – ore 21.30

Sabato 13/10

DUSTUR

Di Marco Santarelli, Italia 2015, durata 74’, proiettato al 33° TFF.

Nella biblioteca del carcere Dozza di Bologna, insegnanti e volontari hanno organizzato un corso scolastico sulla Costituzione italiana. I partecipanti sono prevalentemente detenuti musulmani. Incontro dopo incontro si discute e si affrontano i principi e i valori che hanno animato la nascita della Costituzione. Un viaggio dentro e fuori il carcere, per raccontare l’illusione e la speranza di chi ha sognato e continua a sognare un «mondo più giusto».

ASSOCIAZIONE DEI SARDI IN TORINO “A. GRAMSCI” – VIA MUSINÉ, 5/7 – ore 18.30 (In collaborazione con Ecoborgo Campidoglio)

Martedì 16/10

VELVET GOLDMINE

Di Todd Haynes, USA – Gran Bretagna 1998, durata 123’, proiettato al 16° TFF.

Primi anni ‘70: sulla scena musicale britannica si impone il glam rock. La megastar Brian Slade – in arte Maxwell Demon – viene colpito a morte durante un concerto, ma quando si svela che il fatto è tutta una montatura la sua carriera ha un tracollo e la rockstar sparisce dalla ribalta. Dieci anni dopo, il giornalista inglese Arthur Stuart, trasferitosi a New York, all’epoca grande fan del cantante e testimone dell’incidente, deve scrivere un servizio proprio su quell’episodio.

BIBLIOMEDIATECA MARIO GROMO – VIA MATILDE SERAO, 8/A – ore 15.30

Venerdì 19/10

BERLINGUER TI VOGLIO BENE

Di Giuseppe Bertolucci, Italia 1977, durata 90’, proiettato al 26° TFF.

Mario Cioni è un giovane sottoproletario i cui propositi di rivalsa sono affidati alle speranze di una rivoluzione guidata dal segretario del PCI Enrico Berlinguer. Succube del rapporto edipico con la madre e ossessionato dal sesso, trascorre le giornate con gli amici o a spasso per le campagne toscane, improvvisando scurrili monologhi e assurdi ragionamenti. Quando gli amici gli annunciano, per scherzo, la morte della madre, Mario ne rimane sconvolto e trascorre la notte vagando senza meta.

CIRCOLO HYDRO – VIA SERRALUNGA, 31 – BIELLA ore 21.30

Sabato 20/10

I FIGLI DELLA NOTTE

Di Andrea De Sica, Italia 2016, durata 85’, proiettato al 34° TFF.

Il diciassettenne Giulio viene spedito in collegio, un luogo isolato sulle Alpi, in cui vigono regole ferree che limitano ogni tipo di contatto con l’esterno. Qui, il timido Giulio fa amicizia con il ribelle Edoardo. A cementare il loro rapporto le frequenti fughe notturne. I due iniziano così a frequentare un nightclub, nascosto tra i boschi, che diviene per loro una sorta di rifugio. Conoscono Elena, una prostituta, a cui presto si legano. Non sanno però di essere osservati…

CIRCOLO STRANAMORE – VIA BIGNONE, 89 – PINEROLO ore 21.30

Domenica 21/10

THE DEATH OF STALIN

Di Armando Iannucci, Francia – UK 2017, durata 107’, proiettato al 35° TFF.

Il 1953 sembra un anno come tanti nel mandato di Stalin: sicuro del suo potere, continua a ordinare omicidi e deportazioni, a oscurare la libertà di espressione e a tenere in riga la corte di personaggi che gli ruota intorno. Quando, una mattina, viene trovato riverso sul pavimento scoppia il panico… E ovviamente anche la corsa per la sua successione. Chi la spunterà tra Chruščëv, più simile a un mafioso che a un politico, la mina vagante Molotov, il mite Žukov e il malvagio Berija?

TEATRO CIVICO MAGDA OLIVERO – VIA PALAZZO DI CITTÀ, 15 – SALUZZO ore 21.30

Lunedì 22/10

BAKROMAN

Di Massimiliano e Gianluca De Serio, Italia 2010, durata 100’, proiettato al 28° TFF.

In lingua moré, quella parlata nel Burkina Faso, il termine bakroman significa «ragazzo di strada»: sono più di seicento, infatti, i ragazzi che vivono senza niente da mangiare, né un tetto sotto cui dormire per le strade di Ouagadougou, la capitale dello stato. Eppure, per difendere i propri diritti e coltivare le proprie speranze, si sono uniti in una sorta di sindacato che sembra rendere più concreta la possibilità, un giorno, di affrancarsi da quella condizione.

CIRCOLO XXV APRILE – VIA S. GIACOMO, 4 – NOVARA ore 21.30

Martedì 23/10

SEX PISTOLS – OSCENITÀ E FURORE

Di Julien Temple, Gran Bretagna 2000, durata 108’, proiettato al 32° TFF.

Ascesa e declino dei Sex Pistols, una band diventata fenomeno storico e culturale nel Regno Unito dei tardi anni Settanta, un periodo scosso da fortissime tensioni sociali e politiche che i Pistols riuscirono a trasformare in musica. Vent’anni dopo La grande truffa del rock’n’roll, il suo primo documentario sui Pistols, Julien Temple torna a raccontare la loro storia, affidandosi a materiali di repertorio rari e inediti e mostrando il punto di vista dei diretti interessati.

BIBLIOMEDIATECA MARIO GROMO – VIA MATILDE SERAO, 8/A – ore 15.30

À VOIX HAUTE

Di Stéphane De Freitas – Lad Ly, 2017, Francia, durata 99’, proiettato al 35° TFF.

Ogni anno presso l’Università di Saint-Denis, il concorso di Eloquentia nomina il «Miglior oratore del 93», numero del dipartimento di Seine-Saint-Denis. Possono partecipare gli studenti di tutti i corsi e prepararsi con l’aiuto di consulenti professionali, che insegnano loro l‘arte del parlare in pubblico e i sottili meccanismi della retorica. Acquisite queste nuove abilità, Leïla, Elhadj, Eddy e gli altri si affrontano per diventare il miglior oratore del 93.

CASA VALDESE – CORSO VITTORIO EMANUELE II, 23 – ore 20.30 (In collaborazione con Centro Culturale Protestante di Torino)

Mercoledì 24/10

AVANT LES RUES

Di Chloé Leriche, Canada 2016, durata 97’, proiettato al 34° TFF.

Nella valle del fiume Saint-Maurice, in Quebec, vive la popolazione indigena degli Atikamekw, caratterizzata da un profondo legame con la natura e da una lingua secolare. Shawnouk è nato in questa terra, ma da sempre ne mette in discussione i valori. Il coinvolgimento in una tragica rapina, però, segna per lui il punto di non ritorno. Shawnouk decide così di riavvicinarsi alle proprie origini, alla foresta e ai misteri della tradizione su cui si fonda la sua vera identità.

CASA VALDESE – CORSO VITTORIO EMANUELE II, 23 – ore 18.00 (In collaborazione con Centro Culturale Protestante di Torino)

FÉLIX ET MEIRA

Di Maxime Giroux, Canada 2014, durata 105’, proiettato al 32° TFF.

Nel Canada francese, Félix vive senza soldi né grandi ambizioni. La cosa però non lo preoccupa molto, dal momento che il suo ricco padre sta morendo. Tutt’altra vita è invece quella di Meira, ragazza ebrea di Montreal, sposata e con un figlio. Nonostante le certezze del suo ambiente, Meira è in cerca di qualcosa di diverso: incredibile che lo trovi proprio nell’eccentrico Félix. Eppure il loro incontro è destinato a segnare l’inizio di un sentimento più forte di ogni barriera sociale.

CASA VALDESE – CORSO VITTORIO EMANUELE II, 23 – ore 20.30 (In collaborazione con Centro Culturale Protestante di Torino)

Venerdì 26/10

SANGUE DO MEU SANGUE

Di João Canijo, Portogallo 2011, durata 140’, proiettato al 29° TFF. V.O. con sottotitoli in italiano

In un quartiere periferico di Lisbona, Márcia vive con i due figli Claúdia e Joca insieme alla sorella Ivete. Un giorno Claúdia racconta alla madre di essersi innamorata di un uomo più anziano e sposato; quando Márcia lo conosce, avverte la sensazione che sulla sua famiglia gravi l’ombra di una minaccia. Intanto Joca, già piccolo trafficante di quartiere, decide di soppiantare il suo fornitore, ma il suo piano fallisce e solo il sacrificio di Ivete potrà salvarlo.

CASARCOBALENO – VIA BERNARDINO LANINO 3A – ore 21.15 (In collaborazione con l’Associazione italo-portoghese Tu-Cá-Tu-Lá)

Martedì 30/10

WHIPLASH

Di Damien Chazelle, USA 2014, durata 105’, proiettato al 32° TFF.

Nonostante la giovane età, Andrew Neyman si è posto un obiettivo molto ambizioso: diventare il miglior batterista jazz del prestigioso conservatorio di Manhattan a cui è iscritto. Una notte, mentre è intento a provare, viene scoperto da Terence Fletcher, docente conosciuto sia per l’abilità nell’insegnamento sia per i metodi poco ortodossi. Per Andrew questo incontro rappresenta un’occasione per dimostrare le sue capacità, ma le pressioni esercitate dall’insegnante lo metteranno a dura prova.

BIBLIOMEDIATECA MARIO GROMO – VIA MATILDE SERAO, 8/A – ore 15.30

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE