Home » ECONOMIA E SOCIALE » Apidge: L’Europa, una priorità per gli insegnanti
I PROSSIMI APPUNTAMENTI A TORINO E IN SICILIA

Apidge: L’Europa, una priorità per gli insegnanti

di ilTorinese pubblicato venerdì 3 aprile 2015

studenti corteo

L’incontro si è svolto al Senato della Repubblica

                                   

“La Buona Scuola” introduca nel primo biennio di tutte le scuole secondarie di secondo grado l’insegnamento delle discipline giuridiche ed economiche, materie che vanno poi potenziate negli istituti professionali e tecnici, inserendone lo studio anche nel triennio. E’ quanto è emerso nel convegno “Insegnanti per la Cittadinanza europea. Oltre le educazioni: diritto ed economia politica in tutte le scuole”, organizzato nella sala di Santa Maria in Aquiro del Senato da   APIDGE (Associazione Professionale Insegnanti Discipline Giuridiche ed Economiche, www.apidge.altervista.org) associazione nata un anno fa per valorizzare ed accrescere la professionalità degli insegnanti della Classe A019, in collaborazione con APEF – Associazione Professionale Europea Formazione.

 

Sull’estensione dello studio di diritto ed economia politica nel biennio di tutte le scuole secondarie di secondo grado il senatore Roberto Ruta (primo firmatario di un ddl con questi contenuti)  ha annunciato che proporrà uno specifico emendamento al disegno di legge governativo. L’incontro ha messo al centro la valorizzazione dell’insegnante come professionista intellettuale e, di conseguenza, la necessità di percorsi formativi ed informativi che guardino ad un’ottica europea. Luigi Berlinguer, già ministro della Pubblica Istruzione ha evidenziato come “Occorre esigere il rafforzamento delle materie giuridico – economiche nella parte specialistica dell’insegnamento, soprattutto nelle scuole superiori ma, in generale, è necessario che queste discipline rientrino in tutti i percorsi di insegnamento. Diritto ed economia hanno capacità di essere cultura teorica e, al tempo stesso, hanno un forte impatto con il mondo reale”.

 

Il convegno è stato poi arricchito dai contributi di Paola Tonna, Presidente APEF, Luciano Chiapetta, capo del Dipartimento Istruzione del Miur, del deputato Camilla Sgambato e di Luigi Battistotti,  direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea che, ha molto apprezzato l’impostazione “europeistica” alla base dell’azione di APIDGE. “Questa è stata la prima di una serie di iniziative che porteremo su tutto il territorio nazionale – spiega il presidente APIDGE, Ezio Sina – per illustrare le attività della nostra Associazione, volta ad avvicinare sempre più il sapere scolastico al sapere reale. A maggio, a Torino, a cura del coordinatore regionale Massimo Iaretti, è programmato un seminario di approfondimento relativo alle tematiche della sicurezza del lavoro”.