Home » ECONOMIA E SOCIALE » Poli, crescono le preimmatricolazioni
QUEST’ANNO GLI ISCRITTI AI TEST SONO 12.400

Poli, crescono le preimmatricolazioni

di ilTorinese pubblicato domenica 2 settembre 2018

Si conferma il trend positivo degli studenti che scelgono il Politecnico di Torino: sono 12.400 (+4% rispetto al 2017/18) e sono sempre più preparati. Negli ultimi cinque anni i preimmatricolati sono cresciuti del 50%

 

Sempre più studenti scelgono il Politecnico di Torino per il proprio percorso di studio, confermando un trend ormai pluriennale; per il 2018/2019 è stata raggiunta la quota di 12.400 iscritti ai test per i corsi di Ingegneria, Architettura, Design e Pianificazione dell’Ateneo, con un incremento globale del +4% rispetto allo scorso anno.

 

Per quanto riguarda gli aspiranti ingegneri, il numero dei preimmatricolati provenienti da Regioni italiane diverse dal Piemonte e dall’estero continua a essere superiore rispetto a quello dei residenti in Piemonte: sono il 60% e arrivano dalle Regioni storicamente più legate all’Ateneo come Sicilia, Puglia, Lazio, Liguria, Sardegna, Calabria.

 

I Paesi stranieri più rappresentati sono la Turchia e la Cina: in quest’ultimo Paese per il terzo anno consecutivo sono state organizzate sessioni in loco del test di ammissione, un’azione mirata a incentivare la partecipazione ai test d’ingresso da parte degli studenti stranieri che risiedono in Paesi geograficamente più lontani. Nonostante l’introduzione della soglia minima e del test obbligatorio anche per chi ha studiato all’estero, per quest’anno il numero degli studenti stranieri che intendono iscriversi al Politecnico si mantiene in linea con lo scorso anno. Fra i corsi di laurea in crescita, nell’area dell’Architettura spicca Design e Comunicazione Visiva con+18,5% rispetto allo scorso anno; nell’area dell’ingegneria invece Ingegneria Aerospaziale (+18%),Ingegneria Biomedica (+16%), Matematica per l’ingegneria (+15%), Ingegneria Chimica e Alimentare(+14%), Ingegneria Gestionale (+13%). Gli iscritti al test nazionale per l’accesso al corso di laurea in Architettura sono 674, sostanzialmente in linea con lo scorso anno.

 

Particolarmente significativo quest’anno è l’aumento della qualità degli studenti che hanno sostenuto il test nelle sezioni anticipate: il 50% di loro ha ottenuto un punteggio superiore al 50/100 (lo scorso anno era il 40%) il 30% ha raggiunto la soglia di 60 (lo scorso anno era il 23%). Di contro, gli studenti che hanno ottenuto un punteggio inferiore alla soglia del 20% sono solo il 5% (lo scorso anno erano il 10%). Gli iscritti ai test che hanno ottenuto un voto alla maturità pari a 100 e 100 e lode sono il 25% (stabile rispetto allo scorso anno).

 

“Gli studenti e le loro famiglie continuano a scegliere il nostro Ateneo, che offre percorsi di studi riconosciuti a livello internazionale e apprezzati dalle aziende”, commenta il Rettore del Politecnico di Torino Guido Saracco, che prosegue: “A questi ragazzi che entreranno a settembre nelle nostre aule noi garantiremo un modello formativo fortemente innovativo, con percorsi di apprendimento sempre più incentrati sullo studente, per favorirne l’autonomia nello studio e la maturazione di senso critico, capacità progettuale e responsabilità sociale, elementi essenziali per confrontarsi in modo ancora più proficuo con il mondo del lavoro e per rispondere alle nuove sfide poste dalla società. Per questo, proporremo forme flessibili e personalizzate di insegnamento, con modalità innovative e multimediali, e miriamo ad aprire al più presto un Teaching Lab, un centro per il miglioramento continuo della didattica sull’esempio di analoghi centri di molte scuole internazionali”.

 

Il 30 e 31 agosto si svolgerà l’ultima sessione dei test per Ingegneria, Pianificazione territoriale, urbanistica e paesaggistico-ambientale e Design e Comunicazione visiva; il 6 settembre, toccherà invece agli aspiranti architetti sostenere la prova di accesso regolata dal Ministero. Come di consueto i risultati dei test saranno pubblicati sulla pagina personale degli studenti.

 

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE