Home » Brevi di cronaca » Ambulante ucciso nel ’92: chiesti 30 anni per il presunto mandante
Roberto Cannavò nel 2014 spedì una lettera ai magistrati torinesi confessando di essere l'esecutore

Ambulante ucciso nel ’92: chiesti 30 anni per il presunto mandante

di ilTorinese pubblicato giovedì 19 aprile 2018

Agatino Razzano, venditore ambulante, l’8 giugno del 1992 venne assassinato a colpi di pistola al mercato a Moncalieri. La pm PM Livia Locci oggi  ha chiesto due condanne per un caso che pare collegato  alla criminalità organizzata catanese, attiva a Torino fino ai primi anni ’90.  Roberto Cannavò nel 2014 spedì una lettera ai magistrati torinesi confessando di essere l’esecutore e facendo riaprire il processo. Per lui sono stati chiesti 20 anni di carcere. Invece per il presunto mandante, Santo Mazzei, in prigione da vent’anni, ritenuto un personaggio di spicco dei clan catanesi, la richiesta è di 30 anni.

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE