Home » ECONOMIA E SOCIALE » Alluvione, Chiamparino chiede integrazione di fondi per i danni
INTERVENTI SUL TERRITORIO REGIONALE

Alluvione, Chiamparino chiede integrazione di fondi per i danni

di ilTorinese pubblicato martedì 20 dicembre 2016

chiampa lausIl presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino ha richiesto al Dipartimento della Protezione Civile, come anticipato nei giorni scorsi, una integrazione che consenta di inserire nella dichiarazione di stato di emergenza anche le aree escluse dal primo decreto.

 “Consideriamo i 51 milioni stanziati dal Governo in seguito agli eventi alluvionali del 23, 24 e 25 novembre scorso come una prima tranche”– ha commentato Chiamparino -. Il Consiglio dei Ministri ha infatti riconosciuto lo po666stato di emergenza solo per le aree colpite nelle province di Cuneo e Torino, ma il maltempo ha causato danni in altre zone interessate dal deflusso dei fiumi Po, Tanaro e Bormida anche in comuni delle province di Asti e Alessandria. 

Nel frattempo i 10 milioni stanziati dalla Giunta Regionale – ha aggiunto l’Assessore alla Difesa del Suolo Francesco Balocco – saranno utilizzati in via prioritaria per coprire i fabbisogni relativi agli interventi di somma urgenza delle zone escluse dal decreto del governo”.

Per quanto riguarda i danni all’agricoltura, l’assessore regionale Giorgio Ferrero precisa che sono state avviate le procedure per far fronte ai danni nelle zone colpite, indipendentemente dal decreto del governo sullo stato di calamità. 

(foto: il Torinese)