Home » ECONOMIA E SOCIALE » Al via cantiere poliambulatorio di Venaria
sorgerà nell’area tra via Don Sapino e la strada provinciale 176 della Savonera

Al via cantiere poliambulatorio di Venaria

di ilTorinese pubblicato lunedì 16 maggio 2016

venaria poliambulatorioÈ STATO CONSEGNATO IL CANTIERE PER LA COSTRUZIONE  DELLA NUOVA STRUTTURA SANITARIA

Al via il nuovo poliambulatorio che sorgerà nell’area tra via Don  Sapino e la strada provinciale 176 della Savonera, con la consegna  all’impresa appaltatrice del cantiere. L’impresa, la Ditta Paolo Beltrami di Cremona, a seguito  dell’espletamento positivo di tutte le procedure (condotte dalla SCR 
–Società di Committenza Regionale e dal servizio tecnico dell’ASL), avrà  come previsto, circa 1.000 giorni per ultimare l’opera. La struttura che  verrà realizzata (ricordiamo essere di tipo poliambulatoriale e non  ospedaliera), ospiterà al proprio interno le varie discipline  specialistiche e distrettuali, puntando a diventare così il polo  sanitario di riferimento territoriale, per il bacino di utenza stimato  in oltre 90 mila persone.  Dichiara il sindaco Roberto Falcone: «Dopo  oltre 10 anni di continue ed estenuanti partenze e frenate repentine  circa la realizzazione di quest’opera, siamo giunti all’apertura del  cantiere, che come ci auguriamo tutti, deve essere solo l’inizio di quel  percorso tanto atteso dalla cittadinanza, che possa vedere migliorare le  prestazioni sanitarie erogate alla popolazione. Quello di oggi, che  crediamo essere il primo passo concreto verso la realizzazione del Lotto  1, deve perciò essere inteso come l’inizio del percorso di continuo  miglioramento che persegua come unico punto di riferimento, il benessere  dei nostri cittadini. Voglio inoltre ricordare che la realizzazione di  quest’opera, vede da un lato lo stanziamento di quasi 18 milioni di  Euro, grazie ai contributi di Stato, fondi regionali e mutui stipulati  dall’ASL TO3, e dall’altro la partecipazione attiva del Comune di  Venaria Reale, che ha identificato e messo a disposizione, a beneficio  della collettività, l’area sulla quale verrà fisicamente realizzata  l’opera, a dimostrazione che solo tramite un approccio sinergico sul  territorio da parte di tutti gli enti coinvolti, si può perseguire il  miglioramento della qualità della vita dei cittadini». Da ora quindi, potranno iniziare i primi scavi, per la realizzazione di  questo manufatto che verrà realizzato a gradoni, con profondità da 3  metri fino a 7 metri nell’area più centrale, dove verrà costruito l’immobile.

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE