Home » LIFESTYLE » A tu per tu con Sasha, estetista dell’anima
TIPI TORINESI

A tu per tu con Sasha, estetista dell’anima

di ilTorinese pubblicato sabato 24 febbraio 2018

L’appuntamento con Sasha Guerriero è fissato sotto la Torre dello Stadio Olimpico a piazza d’Armi. Attendiamo una ragazza bionda. La luce del sole del pomeriggio colpisce invece una bella ragazza dai capelli rossi intenta a consultare lo smartphone. Un bel sorriso, una stretta di mano ed eccoci a parlare. Inizia una lunga conversazione passeggiando lungo i viali che costeggiano il parco. E tra una battuta e l’altra esce con chiarezza il profilo di una giovane ragazza alla ricerca di un metodo e di una visione della vita atipica per la maggioranza dei suoi coetanei.
Sasha, un nome raro nel panorama torinese…
Un nome russo che mia mamma ha tratto da un film dove ad un certo punto una bellissima ragazza bionda dice di chiamarsi Sasha.
Che cosa ti interessa di più in questo momento?
Mi interessa lo stare bene con me stessa e con il prossimo. Ho compreso che nella vita è importante avere fede, essere fiduciosi che le cose si realizzino e se hai questo atteggiamento mentale ed emotivo unito all’azione spesso accade ciò che hai immaginato e progettato. In termini “filosofici” sono orientata alla trasformazione e rigenerazione di sé. E come per tutte le discipline che hanno a che fare il mondo interiore ci vuole esercizio ed allenamento.
E concretamente come hai iniziato?
Dopo aver cercato dentro di me ho deciso di approfondire quello che intuivo con una esperienza in Thailandia.
Ci puoi dire di più di questa tua esperienza orientale?
Sì, certo. La formazione in Thailandia si riassume in un desiderio di conoscenza, crescita e nasce anche per amore. Ho seguito un corso di un mese per 12 ore al giorno. Mi sono immersa in una vera e propria riprogrammazione emozionale e dell’inconscio. Ero e sono mossa tutt’ora dalla ricerca per aiutare me stessa e gli altri. L’esperienza thailandese si è protratta per altri tre mesi. Ho seguito un maestro. Le persone ti aiutano. Qui in Occidente viviamo una vita decisamente meno spirituale. Ho ricordi bellissimi di incontri con le persone del luogo; uno di essi è legato ad un medico molto simpatico e alle interminabili chiacchierate che mi mettevano molta allegria nonostante la difficoltà della lingua straniera: riuscivamo a superare i limiti della lingua con un’intesa che andava oltre le parole. Un’altra immagine particolare è quella di un monaco che fuma una sigaretta in riva all’Oceano in una dimensione di pace interiore. Il cielo che osservi da quella latitudine è magnifico e ti ispira una tranquillità assoluta dell’anima. Mi piace ricordare il Tempio del Buddha di Smeraldo a Bangkok: meraviglioso!
Cercando su Google Sasha Guerriero troviamo il Diario di Viaggio su Youtube… ci racconti come nasce, chi vorresti raggiungere?
Semplicemente voglio comunicare le mie esperienze e quelle degli altri. Desidero condividere emozioni e sensazioni e dare stimoli a chi ascolta le mie riflessioni….Non mi sottraggo al confronto con il mondo. Mi sto organizzando con professionalità: le cose voglio farle bene.
Abbiamo notato delle foto molto belle sul tuo profilo Facebook, hanno una vena artistica… sei ispirata da qualcuno?
Mi ispiro –sorride- al mito di Venere ma non soltanto per le foto. Venere rappresenta per me il potere di liberazione femminile. La mitologia con le divinità e i riti antichi e le simbologie possono aiutarti moltissimo. A me è accaduto di avere un vero e proprio “split” interiore.
Vogliamo parlare anche del tuo lavoro? Che cosa fai?
Lavoro nel campo estetico da 11 anni. Mi occupo di “teste” ma non solo… Sono una parrucchiera ed una onicotecnica: curo e ricostruisco le unghie. Il mio è un lavoro che mi piace perché consente di relazionarmi con gli altri, conoscere le persone, le loro opinioni e idee. E’ uno strumento utile per capire l’universo femminile e maschile. Allo stesso tempo coltivo la crescita personale e la cura per il benessere degli altri. Mi sono specializzata nella induzione: in sostanza nel far emergere dalla persona il bisogno di cura interiore.
Pratichi qualche sport, hai qualche hobby?
Amo camminare, camminare a lungo e praticare yoga. Mi piace leggere e soprattutto studiare.
Di grande aiuto per la crescita personale è stato il libro di Lise Bourbeau le “Cinque Ferite e come guarire”. Leggere e decifrare le immagini da un mazzo di tarocchi è una passione che coltivo da tempo: d’altra parte –sorride- sono una vera e propria strega.
Affrontiamo il tema dell’amore…
L’amore come esperienza personale mi ha fatto soffrire molto. Ma d’altra parte chi non soffre in amore? Posso dire che ho un ricco bottino d’amore fatto di vita vera, vissuta e che l’amore mi ha trasformata. Quasi per magia -dice scherzando ma non troppo – ho trovato il mio modo di amare senza gelosia e possesso: patti chiari e amicizia lunga. Riscontro nei miei coetanei superficialità…spesso mi sembrano dei sacchi di patate vuoti, in amore conta anche moltissimo l’intelligenza, l’interiorità e la maturità.
C’è una Sasha ludica?
Certo! Adoro cantare e ballare: nel ballo mi scateno e mi diverto tantissimo… Così mi piace molto il cinema: Adaline è un film che ho trovato strepitoso, bravissima la protagonista interpretata dall’attrice Blake Lively! E poi ogni tanto mi concedo qualche piccola trasgressione… ma non vi dico quale.
Qual è il tuo sogno nel cassetto?
Voglio passare le mie conoscenze a quante più persone possibili ed essere di esempio per i grandi cambiamenti positivi che queste conoscenze mi hanno portato. Il mio scopo su questa terra è di passare il Testimone! Non ho ancora ben inteso come ma inizio con ciò che per ora ho in valigia.

.
Fmb