Home » LIFESTYLE » La Contrada si racconta
Nell’ambito della terza edizione di TORINO CHE LEGGE

La Contrada si racconta

di ilTorinese pubblicato giovedì 20 aprile 2017

IL 21 aprile parte un’iniziativa dell’Associazione Passages che culminerà con una mostra di ricordi e testimonianze di questo antico cuore della città e con tour narrati fra la tarda primavera e l’estate.

 

Nell’ambito della terza edizione di TORINO CHE LEGGE  programma realizzato dalla Città di Torino e dal Forum del Libro per celebrare la Giornata Mondiale del Libro istituita dall’Unesco – venerdì 21 aprile l’Associazione Culturale Passages propone un doppio appuntamento, che coinvolge la storica Contrada dei Guardinfanti, l’angolo di Torino tra via XX Settembre, via dei Mercanti e via Barbaroux, a due passi da Piazza Castello.

Dalle ore 10.30 alle 12.00, in via San Tommaso, presso la Gofreria Piemonteisa Sergio Scamaldo Frutta e verdura sarà presentato il progetto “COMMONS. Patrimoni in comune, storie condivise” – realizzato con il contributo della Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando OPEN_Progetti innovativi di audience engagement – con la proiezione di alcune digital story alla scoperta del patrimonio culturale di Torino. Ma sarà soprattutto l’occasione per presentare una seconda, nuova iniziativa, “COMMONS. La Contrada si racconta”, realizzata in collaborazione con l’Associazione di Via “La Contrada dei Guardinfanti”.

 

Se le digital story del progetto “COMMONS. Patrimoni in comune, storie condivise” sono dedicate alla scoperta e riscoperta degli straordinari patrimoni conservati negli archivi e nelle biblioteche, attraverso una dimensione narrativa nuova e partecipata, l’incontro con un tessuto pieno di memoria quale quello della storica Contrada dei Guardinfanti è l’occasione per incrociare i documenti d’archivio, il patrimonio culturale, la lettura, con i ricordi e le storie di chi vive e ama questi luoghi.

 

“COMMONS. La Contrada si racconta” è, infatti, un progetto di raccolta di testimonianze materiali e immateriali, di storie e idee, di desideri e bisogni che confluiranno in un racconto condiviso. La raccolta di questi ricordi dedicati alla Contrada dei Guardinfanti proseguirà fino al 29 aprile e culminerà in una mostra autunnale. L’iniziativa comprende anche un ciclo di tour narrati, che dalla tarda primavera all’estate accompagneranno alla scoperta di questo angolo di Torino, attraverso brani letterari, memorie e documenti.

 

Per partecipare al progetto, è sufficiente raccontare memorie e testimonianze legate alla Contrada, narrare cosa ti lega a questi luoghi: un oggetto, un luogo, un evento, una persona. Per farlo si potranno utilizzare le apposite cartoline in distribuzione nei negozi della Contrada e consegnarle dal 21 al 29 aprile presso i centri di raccolta: Archivio Storico della Città di Torino, via Barbaroux 32; Biblioteca Civica Torino-Centro, Piazzetta Università dei Mastri Minusieri 2; Sergio Scamaldo Frutta e verdura, via San Tommaso angolo via Barbaroux e Caffè dei Guardinfanti, Via Barbaroux 18 oppure contattare l’associazione Passages all’indirizzoinfo@commons.network. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito commons.network e Fb Commonsprj.

 

Si arricchisce ancora, dunque, la rete di collaborazioni attivata da Passages, associazione culturale per la tutela, promozione e valorizzazione del patrimonio culturale, che ha già coinvolto il sistema delle Biblioteche Civiche Torinesi, l’Archivio Storico della Città di Torino, il Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione dell’Università di Torino e il Polo del ‘900.