Home » Brevi di cronaca » Uccisi: uno strangolato, l’altro con un colpo di pistola. Sepolti dentro l’auto
CRONACHE ITALIANE

Uccisi: uno strangolato, l’altro con un colpo di pistola. Sepolti dentro l’auto

di ilTorinese pubblicato giovedì 19 gennaio 2017

carabinieri bloccoDALLA SICILIA

A Carini si sta scavando  per cercare i corpi di Antonino Failla e Giuseppe Mazzamuto, assassinati e sepolti sotto terra nella Fiat Uno con cui si erano presentati  all’incontro organizzato per eliminarli. Il pm della Dda di Palermo Roberto Tartaglia ha provveduto a sequestrare un terreno in zona industriale per individuare la vettura, nella  la zona indicata dal pentito Antonino Pipitone, che sta collaborando su una serie di delitti di mafia irrisolti. Failla e Mazzamuto, vennero uccisi nel 2000, forse su ordine dei boss della famiglia Lo Piccolo che li riteneva colpevoli della scomparsa di un loro parente, Luigi Mannino, eliminato con la lupara bianca nel 1999. Dopo aver assassinato i due (uno  strangolato, l’altro  con un colpo di pistola) i boss decisero di seppellirli  con la Fiat Uno per evitare che il veicolo venisse ritrovato.