Home » vetrina9 » 47 EVENTI ESPOSITIVI IN PIEMONTE E VALLE D’AOSTA FINANZIATI DA FONDAZIONE CRT
MOSTRE

47 EVENTI ESPOSITIVI IN PIEMONTE E VALLE D’AOSTA FINANZIATI DA FONDAZIONE CRT

di ilTorinese pubblicato giovedì 30 giugno 2016

usura CRTI vincitori del bando “Esponente” 2016

 Dalle grandi mostre di arte contemporanea alle collezioni di religiosità popolare, sono 47 gli eventi espositivi in Piemonte e Valle d’Aosta finanziati dalla Fondazione CRT con il bando “Esponente” 2016, per un investimento complessivo di 700 mila euro.

 

A beneficiare dei contributi fino a 25.000 euro sono sia iniziative di ampio respiro e di grande portata, sia attività diffuse a carattere locale, capaci di arricchire e diversificare l’offerta culturale del territorio, stimolando anche un maggiore coinvolgimento del pubblico, a partire dai giovani.

 

Ben 25 manifestazioni a Torino e provincia ricevono il contributo della Fondazione CRT: ad esempio, il “Piemonte Share Festival”, concorso internazionale di arte contemporanea dedicato al digitale; “Paratissima”, evento espositivo per creativi emergenti che attrae nel capoluogo piemontese 50 mila visitatori e oltre 450 artisti; “Radici”, esposizione sperimentale che unisce arte contemporanea e scienza. E ancora: “Finestre di storia su Brandizzo”, itinerario espositivo nell’area della crtstazione ferroviaria; “Ecomuseo 3.0”, un percorso interattivo al museo Etnografico di Settimo Torinese; “Modo – La moda nell’arte, l’arte nella moda”, settima edizione della Biennale del Piemonte; il progetto “Panchine d’artista 2016” a Vigone; la 56ª Mostra della Ceramica di Castellamonte; l’app “Space Museum” con contenuti multimediali per i visitatori del Polo museale di Cuorgné.   

 

Nell’Alessandrino vengono finanziati 5 progetti: la mostra “Quargnento…cinquant’anni fa, Carrà”, allestita nell’omonimo Comune in occasione del cinquantenario dalla scomparsa del Maestro Carlo Carrà, tra i fondatori del movimento futurista; l’antologica “Salvador Dalì. Materie dialoganti” ad Acqui Terme, “La Gipsoteca si espone” a Bistagno, “LibrinMostra-Torre di Carta” a Novi Ligure e “Museo a cielo aperto. Esposizione permanente di ceramica contemporanea nel borgo” a Denice.

 

Ad Asti il contributo della Fondazione CRT va all’iniziativa “Dagli abissi del mare e del tempo”, realizzata dal Parco Paleontologico Astigiano: una rassegna di scatti tra l’astratto e il microscopico, che riporta alla luce forme e colori mai visti prima, vecchi milioni di anni. Sempre nell’Astigiano ha vinto il bando “Esponente” la mostra “La rivoluzione della pittura di paesaggio nell’800” a Monastero Bormida.   

 

Nel territorio di Cuneo sono ben 9 le manifestazioni finanziate, tra cui “Ars”, mostra eclettica che unisce arte, musica e artigianato, mettendo in risalto la tradizione popolare antica del territorio di Saluzzo; “Alpi dell’Arte”, rassegna a ingresso gratuito che porta le sculture di affermati artisti valdostani all’interno delle chiese cuneesi nei Comuni di Manta, Bergolo e Mombarcaro; “Caravaggio – Una mostra impossibile” a Fossano; “Grandarte” e “Zooart” a Cuneo.

 

In provincia di Biella è risultata vincitrice l’installazione collettiva “Memorandum-Immagini di Lane” a Vigliano Biellese, che recupera la storia del territorio grazie alla digitalizzazione degli archivi familiari, e immagina un nuovo futuro con il coinvolgimento delle comunità locali che hanno vissuto il declino industriale del settore tessile.

 

Nel Vercellese il contributo va all’esposizione dei reperti restaurati della collezione egizia, vera e propria eccellenza del Museo di Storia Naturale di Varallo Sesia.

 

A Verbania, lungo le rive del lago Maggiore, la Fondazione CRT finanzia l’allestimento di 5.000 tavolette votive della collezione di religiosità popolare del Museo del Paesaggio a Palazzo Biumi-Innocenti di Pallanza. E ancora: “Vox Horti”, percorso emozionale in 4D dedicato alla natura al Museo Meina, situato in posizione panoramica sulla riva piemontese del lago.

 

In Valle d’Aosta ricevono il contributo la mostra “Tra immagine e segno”, connubio tra fotografia e pittura ideata da giovani artisti locali a Etroubles, e “Paolo Pellegrin – Migrants” dell’Associazione Forte di Bard.

 

Nell’ultimo triennio la Fondazione CRT ha investito con il bando “Esponente 2,5 milioni di euro. Sono stati assegnati 180 contributi a musei, fondazioni, associazioni ed enti per allestimenti di mostre, riordino di collezioni museali, premi nel campo delle arti visive e del patrimonio storico-culturale.