Home » TRIBUNA » Scuola: aumentano gli studenti ma non gli insegnanti
VERSO L'INIZIO DELLA SCUOLA

Scuola: aumentano gli studenti ma non gli insegnanti

di ilTorinese pubblicato martedì 16 agosto 2016

 SCUOLAXX“A fronte di 351 posti assegnati, mancano dunque 553 posti!”

Secondo Cisl scuola saranno 1.500 gli studenti in più che saranno conteggiati nell’Organico di fatto  relativo al Piemonte. “Facciamo presente – si legge nel comunicato – che il Miur, Ministero dell’istruzione, università e ricerca, ha tenuto in considerazione un aumento pari a 98 alunni, risultato dato dalla differenza con l’Organico di Diritto di quest’anno e l’anno scolastico precedente e non con l’Organico di Fatto che è il numero effettivo di ragazzi che vanno in classe. I dati effettivi sono 539.502 alunni in OF dello scorso anno scorso anno e 541.073 stimati per il 2016/2017. La Direzione Generale Regionale Miur Piemonte in data 20/7 aveva già inviato al Miur una richiesta di incremento rispetto all’Organico già assegnato, ma senza risultati, infatti il Miur non ha preso in considerazione la richiesta e non ha proceduto ad ulteriore assegnazione. La differenza effettiva tra lo scorso anno e quest’anno non è di -322 posti, ma -349 (ulteriore errore nel rilevare i dati da parte del MIiur). L’obiettivo finale di posti assegnato è 44334 a fronte dei 44887 posti necessari”.”Ma dai dati pervenuti dagli ex Provveditorati – sulla base delle esigenze rilevate nelle scuole della regione dopo attenta e regolare verifica delle motivazioni, risultano le seguenti richieste: Alessandria 71, Asti 53, Biella 79, Cuneo 225, Novara 108, Torino 300, Vco 55, Vercelli 13 per un totale di 904. A fronte di 351 posti assegnati, mancano dunque 553 posti! Questi dati sono stati verificati e confermati anche dall’assessore regionale all’istruzione del Piemonte Giovanna Pentenero.Inoltre, attraverso la comparazione dei dati relativi alla distribuzione degli organici tra tutte le regioni da parte del Miur, appare evidente che il Piemonte è tra le 4 regioni che, pur avendo alunni in aumento, ha avuto posti in meno. Inspiegabile ed incomprensibile il criterio applicato nella distribuzione effettuata dal Miur.

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE