Home » Brevi di cronaca » 4^ MARATONINA DELLA FELICITA’
In 500 nonostante il blocco auto

4^ MARATONINA DELLA FELICITA’

di ilTorinese pubblicato lunedì 27 novembre 2017
Ottimo risultato organizzativo e di partecipazione per la 4^ Maratonina della Felicità, facilitata da una giornata splendida
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO
Nonostante il blocco auto, circa 500 partecipanti al via tra i quali, come sempre, podisti di ottimo livello (1h e 20 minuti il tempo impiegato dal più veloce partecipante alla 21 km), persone alle prime armi persino in una 5 km e tanti appassionati della corsa e della camminata sportiva che si sono cimentati a scelta sugli anelli da 10 o 21 km.
Il percorso principale – scandito da 21 pannelli alti 2 metri con i messaggi di buon senso tratti dalla guida scritta da L. Ron Hubbard intitolata appunto “La Via della Felicità” – è stato apprezzato da molti sia per la sua qualità tecnica e paesaggistica che per il suo il significato sociale.
La Maratonina della Felicità infatti vuole essere anche un veicolo di integrazione e di sensibilizzazione, di convivenza e di coinvolgimento andando non a caso a svilupparsi in aree significative e critiche delle periferie torinesi, con l’obiettivo a medio termine di contribuire in modo determinante alla riqualificazione di queste stesse aree. 
Tra i rappresentanti delle istituzioni il presidente della Circoscrizione 7 Luca Deri ha dato formalmente il via alla corsa assieme all’ultramaratoneta Simone Leo reduce dalla sua ultima impresa sportiva, ultramaratoneta piemontese finisher della Atene – Sparta – Atene490 km no stop e co-fondatore della Maratonina della Felicità.
L’associazione Fitwalking Settimo Chilometro si è aggiudicata il primo premio per i gruppi numerosi, al secondo posto Peace Road, terzi classificati O.A.S.I. di Cantù.
Beppe Tesio, presidente dell’associazione PRO.CIVI.CO.S. onlus, ideatrice e organizzatrice della Maratonina della Felicità nata nel 2014, ringrazia tutti “gli sponsor, i partner, la Polizia Municipale, le istituzioni e i numerosi volontari di altre associazioni che hanno contribuito in modo determinante all’ottima riuscita di questa edizione”. L’appuntamento è ormai d’obbligo al 2018.