Home » Sport » 4-0 per i bianconeri: Chievo demolito, Juventus strepitosa
CHIEVO-JUVENTUS 0-4

4-0 per i bianconeri: Chievo demolito, Juventus strepitosa

di ilTorinese pubblicato martedì 2 febbraio 2016

CHIEVO JUVEjuve bandiereReti: pt 6′ Morata, 40′ Morata; st 16′ Alex Sandro, 22′ Pogba.

 

CHIEVO (4-3-1-2): Bizzarri; Cacciatore, Dainelli, Sardo, Frey; Castro, Radovanovic (16′ s.t. Pinzi), Rigoni; Birsa (23′ s.t. Pellissier); Inglese, Mpoku (28′ s.t. Gobbi). A disp. Bressan, Seculin, Spolli, Costa, Damian, Depaoli. All.Maran.

 

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Caceres, Bonucci, Barzagli; Lichtsteiner (36′ s.t. Padoin), Khedira (1′ s.t. Sturaro), Marchisio (24′ s.t. Hernanes), Pogba, Alex Sandro; Dybala, Morata. A disp. Neto, Rubinho, Rugani, Chiellini, Pereyra, Cuadrado, Zaza, Favilli. All. Allegri.

 

ARBITRO: Doveri di Roma.

 

Seppur temporaneamente, in attesa del Napoli, la Juventus si gode la vista dall’alto riconquistando il primo posto, asfaltando il Chievo con due reti per tempo

 

Così lo spagnolo, dopo aver regalato l’ultima vittoria nella partita di Coppa ai bianconeri, detta subito le regole del gioco. In soli sei minuti dal fischio d’inizio, con una splendida accelerazione da parte di Lichtsteiner, Morata ben coglie il cross dello svizzero, e non perde tempo depositando subito in rete. In mezz’ora i bianconeri dominano il campo, Pogba è devastante, accelera e conclude con un missile dai trenta metri che si infrange altro sopra la traversa e la seconda volta però, è Bizzarri a non lasciarlo passare. Per vedere il Chievo dalle parti di Buffon bisogna aspettare oltre la mezz’ora con Rigoni che calcia dritto in porta, ma il numero uno della Juventus non si lascia cogliere di sorpresa. Il primo tempo si chiude come così come si era aperto, con la seconda rete firmata da Morata. Iniziativa strepitosa di Dybala che allarga per Khedira, assist perfetto piazzato per Morata, che si fa trovare pronto sul secondo palo giusto in tempo per spingere in porta. Nella ripresa il Chievo sembra essere molto più convinto e sfiora l’ 1-2 sulla punizione battuta da Birsa, ma Cacciatori non riesce a sfruttare al meglio il tiro. Il Chievo spera ancora di poter raddrizzare l’incontro e anche Radovanovic prova un tiro molto rasoterra da fuori area, ma la rete è ben lontana. La Juventus d’altro canto, cerca di chiudere definitivamente l’incontro. A metà del secondo tempo ecco arrivare il 3-0: ancora una volta il tutto parte da Dybala che trova il varco per servire Lichtsteiner, pescando Pogba a centro area pronto a servire Alex Sandro in velocità che piazza il pallone dritto in porta. Cinque minuti più tardi Pogba cerca il suo gol e lo fa in solitaria, ricevuta palla da Dybala salta Dainelli ed infila il destro in rete. Sul finale i bianconeri provano a gonfiare ancor di più il risultato: Pogba, lanciato da Bonucci, si esibisce ancora una volta, ma la palla si stampa sulla traversa. Quattro gol sono più che sufficienti per confermare l’ottima forma dei bianconeri, con il record di dodici vittorie consecutive.

 

Roberta Perna