Home » prima pagina » Migliaia in piazza da tutta Italia per dire no alla vivisezione “inutile, dannosa e contro l’etica”
"Cercare di far ammalare gli animali per curare l'uomo è una idea che appartiene al passato: la ricerca biomedica va incentrata sulla specie umana"

Migliaia in piazza da tutta Italia per dire no alla vivisezione “inutile, dannosa e contro l’etica”

di ilTorinese pubblicato domenica 10 aprile 2016

animalisti 1Sabato  l’organizzazione Riscatto Animale ha organizzato un corteo nazionale contro la vivisezione

La manifestazione pacifica ha visto riunite a Torino varie sigle animaliste, tra cui la LAV, per dire no alla sperimentazione animale per motivazioni etiche e scientifiche.

Claudia Corsini, presidente di Riscatto Animaleanimali3 ha dichiarato: “è arrivato il momento di cambiare, i tempi sono maturi e noi facciamo parte di una vera rivoluzione , un cambiamento radicale  nel pensiero di gran parte della comunità scientifica.  Abbiamo fatto molto fin qua , ma dobbiamo ancora insistere.  Interi decenni di sperimentazione animale e nessun risultato: la sperimentazione animale  si è dimostrata inequivocabilmente fallace, inutile e dannosa ed eticamente crudele. Cercare di far ammalare gli animali per curare l’uomo è una idea che appartiene  al passato: la ricerca biomedica va incentrata sulla specie umana. In questo corteo noi sosteniamo un progetto rivoluzionario, il progetto Penco, ed i  metodi di ricerca a rilevanza umana. Chiediamo un vero cambiamento nella ricerca , moderno , etico e incentrato sui tessuti ed organi umani”.   

(foto: il Torinese)

Sulla pagina Facebook del Torinese il video della manifestazione