Home » Brevi di cronaca » 30 anni di carcere: condanna confermata per l’uomo che uccise la moglie a coltellate
DOPO IL DELITTO TENTO' IL SUICIDIO

30 anni di carcere: condanna confermata per l’uomo che uccise la moglie a coltellate

di ilTorinese pubblicato mercoledì 25 ottobre 2017

La  sentenza della  Corte d’Appello di Torino infligge 30 anni di carcere, confermando la condanna in primo grado,  a Luigi Caramello, il 49enne che nel 2015 uccise a coltellate l’ex moglie Barbara Natale, di 44 anni, a Canelli, nell’Astigiano.  L’uomo, oggi detenuto alle Vallette, poco dopo avere ucciso la donna (i due si erano separati tempo prima) tentò  il suicidio. Per l’avvocato difensore si tratta di una pena troppo elevata.

 

(foto: il Torinese)